Terremoto in Giappone

Oggi una parte dell’équipe di MSF di 11 operatori umanitari presenti nell’area devastata dal terremoto e dal conseguente tsunami, ha lavorato nei centri sfollati con i medici locali in una comunità isolata nella prefettura di Miyagi

“C’erano almeno due medici locali a Minamisanriku , che stanno lavorando in 20 centri sfollati sin dall’inizio del terremoto e dello tsunami; proprio loro sono stati affiancati dall’équipe di MSF oggi durante le visite”, dichiara Emmanuel Goue, coordinatore dell’emergenza per MSF.

Oggi, l’équipe di MSF sta attivando una piccola clinica in un’altra città vicino a Minamisanriku, utilizzando i medicinali donati in questi giorni. Quando arriveranno ulteriori risorse in accordo con il massiccio dispiegamento di forze in risposta all’emergenza, MSF cercherà altre comunità che possono avere bisogno di assistenza medica.

Le autorità giapponesi continuano a mettere in campo tutti i mezzi possibili nelle operazioni di soccorso, avviate appena lo tsunami si è ritirato.

Lascia un Commento

Condividi con un amico