Rapporto sulle condizioni di accoglienza nel CPSA Pozzallo

  • Migrazione
  • Italia

In questo rapporto presentato alla Commissione Parlamentare “Accoglienza Migranti”, MSF critica le condizioni nel Centro di Primo Soccorso e Accoglienza (CPSA) di Pozzallo e chiede alle autorità italiane di sviluppare una strategia concreta per uscire da un approccio emergenziale e garantire condizioni e servizi adeguati, nonché una migliore informazione sulle procedure d’asilo.

Il rapporto documenta ed evidenzia condizioni sotto gli standard minimi per quanto riguarda i servizi offerti alle persone e la protezione delle categorie più vulnerabili.

Nel 2015, un’équipe di medici, infermieri e mediatori culturali ha fornito assistenza medica e psicologica a migliaia di migranti, richiedenti asilo e rifugiati nei Centri di Accoglienza Straordinaria della provincia di Ragusa e Siracusa e nel Centro di Primo Soccorso e Accoglienza (CPSA) di Pozzallo.

A novembre, attraverso questo rapporto abbiamo denunciato le condizioni inaccettabili in cui versa il Centro e ha chiesto un trattamento più umano e dignitoso per le persone che vi vengono ospitate.

Dopo mesi di trattative, alla fine dell’anno, abbiamo interrotto tutte le attività in provincia di Ragusa perché non vi erano le garanzie minime per una collaborazione efficace, rinnovando l’appello alle autorità italiane per lo sviluppo di risposte concrete e di lungo termine per far fronte alla questione migratoria in Italia, mettendo al centro i bisogni medici e umanitari delle persone più vulnerabili.

 

Lascia un Commento

Condividi con un amico