Previous
Seguente

Paesi

Argomento

5 Dicembre 2016

La testimonianza di una madre che vive con la famiglia ad Aleppo Est.

2 Dicembre 2016

Con l’inizio della stagione invernale, riorganizziamo l’assetto delle nostre attività in mare e facciamo il bilancio di 8 mesi di ricerca e soccorso.

2 Dicembre 2016

Il mio quinto giorno a bordo della Dignity I rimarrà per sempre indelebile nella mia mente. Quel che abbiamo vissuto il 3 ottobre è pazzesco, incredibile, violento e anche inammissibile…

1 Dicembre 2016

A Epworth, in Zimbabwe, dimezzata la diffusione dell'HIV in dieci anni. “Essere sieropositiva non è più un problema.”

30 Novembre 2016

In questi giorni si è scatenato un acceso dibattito sulla situazione di via Giordano Bruno a Torino. Come è noto, nelle palazzine dell’Ex Villaggio Olimpico vivono più di mille cittadini stranieri, tra cui numerose donne e minori. In gran parte sono in possesso di un regolare titolo di soggiorno per una qualche forma di protezione internazionale o umanitaria (in un’intera palazzina, ad esempio, alloggiano solo persone dalla Somalia, devastata da un conflitto interno senza fine).

29 Novembre 2016

La situazione umanitaria e sanitaria dei siriani bloccati al confine nord-orientale della Giordania, nella zona desertica conosciuta come ‘Berm’, peggiorerà ulteriormente nei prossimi mesi, quando le persone dovranno affrontare un secondo inverno nel deserto.

28 Novembre 2016

L’intensa ripresa del conflitto nelle zone assediate vicino Damasco e Homs, dalla seconda metà di novembre, sta portando a un significativo aumento delle vittime di massa.

25 Novembre 2016

La notte scorsa, intorno alle ore 23:30, un incendio è scoppiato nel campo di Moria, sull'isola di Lesbo, causando la morte di due persone, una donna e un bambino, e il ferimento di molte altre.

22 Novembre 2016

Con l’intensificarsi della battaglia di Mosul e il peggioramento della crisi umanitaria in Iraq, stiamo aprendo ospedali da campo per soccorrere i feriti.

21 Novembre 2016

In Tanzania, centinaia di migliaia di rifugiati vivono in condizioni critiche perché i campi che li accolgono hanno ormai raggiunto la capacità massima. Negli ultimi quattro mesi la percentuale di persone in fuga dalla crisi in Burundi è quasi quintuplicata. Ora quasi duecentocinquantamila rifugiati burundesi e congolesi sono stipati in tre campi sovraffollati, mentre è in stallo il dibattito sull’apertura di un quarto campo.

Pagine