Popolazioni in fuga

Popolazioni in fuga

La fuga di milioni di persone da guerre e povertà è una delle crisi umanitarie più gravi del momento: sono più di 65 milioni i rifugiati e gli sfollati nel mondo.

I motivi che spingono le persone a fuggire dai propri Paesi sono diversi e spesso correlati tra loro: guerre (Siria, Iraq, Nigeria, Afghanistan, Sud Sudan, Yemen, Somalia), instabilità politica e militare (Mali), regimi oppressivi (Eritrea, Gambia), violenze (lago Chad), povertà estrema (Senegal, Costa d’Avorio, Tunisia).

I nostri operatori umanitari forniscono assistenza medica, supporto psicologico, vaccinazioni, cibo e acqua potabile ai rifugiati, ai migranti e ai richiedenti asilo in tutto il mondo.

Abbiamo una lunga storia d’interventi di assistenza medica d’emergenza per le popolazioni in movimento, fin dal 1975 quando abbiamo prestato soccorso alle ondate di cambogiani che cercavano riparo dal regime oppressive dei Khmer Rossi.

Negli ultimi anni abbiamo aumentato e rafforzato i nostri progetti sulle coste e nelle regioni dove si concentrano migranti, rifugiati e richiedenti asilo vulnerabili che tentano di entrare in Europa: Italia, Grecia, Serbia, Francia, Tunisia.

A maggio 2015 abbiamo deciso di avviare attività di ricerca e soccorso nel Mediterraneo, a bordo di diverse navi. Da allora abbiamo assistito oltre 75.000 uomini, donne e bambini che rischiavano la vita in mezzo al mare.

 

Condividi con un amico