Nel 2018, abbiamo continuato a fornire assistenza sanitaria integrata per per far fronte alle esigenze dei migranti e dei rifugiati nella capitale egiziana.

L’Egitto è un paese chiave di transito e destinazione per migranti e rifugiati provenienti da paesi come la Siria, l’Eritrea, il Sudan e lo Yemen. Secondo l’Agenzia per i Rifugiati delle Nazioni Unite, l’UNHCR, alla fine del 2018 in Egitto erano presenti 244.910 rifugiati e richiedenti asilo, che vivevano per lo più al Cairo, ad Alessandria e in altre città.1 Molti di questi uomini, donne e bambini sono arrivati in Egitto dopo essere fuggiti dalla guerra e hanno subito violenze nei loro paesi di origine o durante il viaggio.

Dal 2012, il nostro progetto nella capitale, Il Cairo, offre ai migranti e ai rifugiati un trattamento riabilitativo adeguato alle loro esigenze individuali, che consiste in assistenza medica e psicologica, fisioterapia e supporto sociale.

Nel 2018, abbiamo assistito 2.092 nuovi pazienti e condotto più di 20.600 visite, tra cui 11.800 sessioni di supporto psicologico individuali e 20 sessioni di gruppo, circa 2.200 visite mediche, 3.779 sedute di fisioterapia e 4.233 sedute di supporto condotte da assistenti sociali.

  • 2010 anno del primo intervento di MSF nel Paese
  • 2.2 mila visite ambulatoriali
  • 11.8 mila sessioni di supporto psicologico individuale

Le nostre principali attività in Egitto

Condividi con un amico