Field Communication Manager

Field Communication Manager

La testimonianza pubblica fa parte del nostro DNA, proprio come curare e salvare vite.
Cerchiamo di accendere i riflettori sui bisogni e sulle sofferenze inaccettabili delle persone, quando l’accesso alle cure mediche salva-vita viene ostacolato, quando le strutture mediche sono a rischio, quando le crisi sono dimenticate.

Al momento il numero di posizioni aperte per questo profilo è molto limitato; verranno quindi contattati solo i candidati che eccedono i requisiti essenziali richiesti e in possesso di esperienza manageriale comprovata.

Il Field Communication Manager lavora nei nostri progetti proprio per aiutarci a fare questo: comunicare quello che i nostri operatori vedono e ascoltano ogni giorno.

Per partire con noi con questo ruolo bisogna saper definire, implementare, coordinare e supervisionare tutte le attività di comunicazione secondo gli standard MSF nella missione o durante un’emergenza. L’obiettivo principale è quello di creare visibilità, accettazione e leva all’interno del paese di missione.

Responsabilità

  1. Comunicazione strategica

Sotto la supervisione degli Head of Mission e in cooperazione con il Communications Advisor in Headquarters, definisce la strategia di comunicazione per la missione, consiglia il posizionamento pubblico ed è pronto/a a rispondere alle possibili emergenze o crisi.

  • Identifica le opportunità di carattere comunicativo in base alle operazioni di MSF e al contesto (umanitario, sociale, di sicurezza, ecc.) del proprio Paese
  • Propone e definisce strategie (obiettivi, target, strumenti, ecc.) per ciascuna delle tematiche individuate
  • È responsabile dell’attuazione delle attività di comunicazione nel proprio Paese
  • Partecipa alla comunicazione degli uffici di MSF nel Paese in cui lavora
  • Coordina le attività di comunicazione di emergenza e di crisi, laddove necessario

2. Produzione e diffusione di contenuti

Il/la Field Communication Manager definisce e crea strumenti e canali di comunicazione adatti a ogni iniziativa di comunicazione. In particolare:

  • Produce e/o coordina la produzione di contenuti scritti, audiovisivi, fotografici, ecc. in coordinamento con le unità di produzione delle sedi di MSF e/o utilizzando fornitori di servizi locali (giornalisti, video-maker, grafici, ecc.)
  • Partecipa alle iniziative di produzione gestite dai team di comunicazione della sede centrale di MSF (produzione scritta e audiovisiva, report delle attività, iniziative multi-paese, ecc.)
  • Fornisce supporto tecnico alle équipe sul campo, al fine di produrre strumenti di comunicazione istituzionale (documenti di presentazione di MSF, report delle attività, ecc.) e operativi (promozione della salute, informazioni ai pazienti, ecc.)
  • Dirige e gestisce gli account e i social network di MSF del Paese (diffusione di contenuti, moderazione, ecc.)
  • Effettua il monitoraggio del web e dei canali social, anche in situazioni di emergenza e nell’ambito della comunicazione di crisi
  1. Relazioni con i media

Il/la Responsabile della Comunicazione è il principale anello di congiunzione tra MSF e i media nel Paese in cui opera. In particolare:

  • Effettua il monitoraggio e l’analisi dei media del Paese di intervento
  • Mantiene i contatti e relazioni regolari con i media locali, nazionali e internazionali
  • Produce e distribuisce contenuti per i media (comunicati stampa, linee di comunicazione reattive, tribune, ecc.); organizza briefing e conferenze stampa laddove necessario
  • Organizza e facilita interviste e discorsi dei portavoce di MSF; organizza corsi di formazione per i media, se necessario
  • Facilita le visite dei media nazionali e internazionali sui progetti gestiti da MSF
  1. Gestione delle risorse umane e budget

Sotto la supervisione dei coordinatori, il Field Communication Manager è responsabile delle risorse umane ed economiche del dipartimento. In particolare:

  • Identifica le esigenze in termini di risorse umane
  • Seleziona, sostiene, forma e supervisiona i potenziali collaboratori (responsabili nazionali della comunicazione, responsabili della produzione audiovisiva, responsabili dei social network, ecc.)
  • Redige e gestisce un budget annuale per la comunicazione
  • Produce report relativi alle attività di comunicazione

Requisiti indispensabili

  • Almeno quattro anni di esperienza professionale nel campo della comunicazione o del giornalismo
  • Almeno un anno di esperienza in paesi in via di sviluppo e/o contesti instabili
  • Esperienza lavorativa nella produzione di contenuti
  • Ottime capacità di scrittura
  • Esperienza con MSF o altre ONG internazionali in Paesi in via di sviluppo
  • Esperienza lavorativa in un contesti internazionali
  • Esperienza e abilità nell’utilizzo dei social media.
  • Competenze audiovisive di base (foto, video, montaggio)
  • Ottima conoscenza dell’inglese e del francese (livello C1)
  • Capacità manageriali e di lavorare in team
  • Capacità d’analisi, mediazione e visione strategica

Requisiti preferenziali

  • Laurea in giornalismo, comunicazione, affari umanitari, scienze politiche o materia correlata
  • Conoscenza della lingua araba

Prima di candidarti è importante che tu prenda visione dei seguenti punti

Per compilare il modulo di candidatura sono necessari i seguenti documenti da allegare alla candidatura stessa:

  • CV in inglese o francese
  • Lettera di motivazione in inglese o in francese
  • Ho la residenza italiana

  • Ho preso conoscenza delle pagine “Lavora con noi” (inclusa la policy salariale) e ho i requisiti per la posizione per cui mi candido

  • Ho preso conoscenza della carta dei principi a cui aderisco

  • Ho preso conoscenza del Termination of Pregnancy policy di MSF

  • Sono disponibile a partire da solo, senza famiglia al seguito, per la durata della missione

  • Sono cosciente del fatto che lavorare con MSF significa vivere e lavorare in aree instabili

  • Ho un’esperienza lavorativa rilevante di almeno 2 anni nel settore per cui mi candido

  • Ho una disponibilità a partire in missione per almeno 6/9 mesi (ad eccezione dei chirurghi, anestesisti e ginecologi, per cui è richiesta una disponibilità minima di 2 mesi)

  • Posso fisicamente sopportare la vita in un ambiente stressante e condizioni di vita difficili

  • Ho una buona padronanza (scritta e orale) di almeno una tra le lingue inglese e francese

Dati anagrafici

Condividi con un amico