Accordo UE-Turchia: politiche migratorie e aiuti internazionali

  • Malaria

Siria: Riprendono gli attacchi  colpiti due ospedali. Bambini salvi nel sotterraneo

L’inasprimento delle misure di contrasto alle migrazioni culminate nel recente accordo con la Turchia, oltre ad aumentare la sofferenza delle persone, sta mettendo in seria discussione il concetto di rifugiato e di protezione internazionale. La strumentalizzazione degli aiuti umanitari, usati per mantenere il controllo dei flussi migratori e la sicurezza dei confini impedendo alle persone di raggiungere l’Europa, rappresenta un atto inaccettabile e un’insopportabile violazione del diritto di asilo.

Le organizzazioni della società civile si interrogano sulle conseguenze di questa logica e sulla sua legittimità. Qual è il costo di queste politiche in termini di vite umane? Quali le conseguenze sul sistema degli aiuti internazionali e sui principi dell'azione umanitaria?

Ospiti:

Antonio Donini, Università di Tufts, Stefano Argenziano, Coordinatore Progetti Migrazione di Medici Senza Frontiere. Modera Gad Lerner, Giornalista e Scrittore. 

Lascia un Commento

Condividi con un amico