Il nostro 2018. Grazie a tutti voi!

Quello che sta per concludersi è stato un altro anno complesso: siamo stati al fianco di popolazioni colpite da conflitti cruenti, sempre più lontani dai riflettori, ed epidemie di malattie aggressive come l’Ebola o estremamente diffuse come la malaria.

Un anno difficile anche perché siamo stati ancora una volta oggetto di attacchi al nostro operato di ricerca e soccorso nel Mediterraneo. I tentativi di minare la credibilità di chi salva vite in mare hanno assunto varie forme e il risultato è che oggi è stato cancellato qualsiasi sistema di soccorso per le persone che tentano di fuggire dall’inferno della Libia per raggiungere l’Europa.

Ciononostante noi andiamo avanti con la consapevolezza di avere al nostro fianco tante donatrici e donatori che credono in noi e sanno quanto la trasparenza e l’indipendenza guidino ogni giorno le nostre azioni da quasi cinquant’anni.

Anche il prossimo anno continueremo quindi a prenderci cura di milioni di pazienti in più di settanta paesi, con responsabilità e in maniera indipendente, proprio grazie a voi donatori che, ci auguriamo, continuerete a essere al nostro fianco con il vostro indispensabile sostegno.

CONTINUA A SOSTENERCI >

Lascia un Commento

Condividi con un amico