Assemblea Mondiale della Sanità

  • Accesso ai farmaci
  • Myanmar

I governi hanno concluso le negoziazioni sulla strategia globale e il piano d'azione da adottare nell'ambito del Gruppo di Lavoro Intergovernativo sulla Salute Pubblica, Innovazione e Proprietà Intellettuale – IGWG (1) – per stimolare la ricerca & sviluppo verso le esigenze di salute dei paesi in via di sviluppo. 

Gli stati membri dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) hanno adottato una risoluzione che chiede la creazione di un gruppo di lavoro di esperti per esaminare proposte per nuove e innovative fonti di finanziamento per le malattie trascurate che affliggono i Paesi in Via di Sviluppo.

“Ciò che è incoraggiante è che i governi abbiano chiesto chiaramente all’OMS di giocare un ruolo strategico e centrale nella questione dei brevetti”, afferma il dottor Tido von Schoen-Angerer, direttore della Campagna per l’Accesso ai Farmaci Essenziali di MSF. “I paesi hanno chiesto di dare agli interessi di salute pubblica la rilevanza che meritano quando discutono di brevetti”.

“Ci aspettiamo che l’IGWG inizi a proporre soluzione per la ricerca & sviluppo contro le malattie che colpiscono i paesi in via di sviluppo”, continua von Schoen-Angerer. “Abbiamo bisogno di più soldi per la ricerca & sviluppo, ma i soldi non sono l’unica risposta. Abbiamo anche bisogno di nuovi modelli per incentivare la ricerca & sviluppo e per garantire l’accesso ai nuovi farmaci e sistemi diagnostici”.

“Sono stati compiuti alcuni passi nella giusta direzione. Il gruppo di lavoro deve adesso dare seguito a una serie di proposte pratiche sul tavolo, al fine di cambiare il modo in cui la ricerca & sviluppo viene finanziata – per esempio, attraverso la creazione di un fondo per migliorare lo sviluppo di sistemi diagnostici per la tubercolosi”.

(1) Il Gruppo di Lavoro Intergovernativo sulla Salute Pubblica, Innovazione e Proprietà Intellettuale (IGWG) è stato creato dai governi membri dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel maggio del 2006 per disegnare una strategia globale e un piano d’azione per affrontare la crisi della ricerca e sviluppo sulle malattie che colpiscono in maniera sproporzionata i paesi in via di sviluppo.
 

Lascia un Commento

Condividi con un amico