Bourbon Argos: soccorse 668 persone su 5 gommoni in pericolo nel Mediterraneo Centrale

  • Italia

Bourbon

La nostra nave Bourbon Argos  ha soccorso oggi 668 persone su 5 gommoni in pericolo nel Mediterraneo Centrale e ha ricevuto 199 persone trasferite dalle imbarcazioni delle ONG Minden e Iuventa. Le operazioni di soccorso sono partite questa mattina prima dell'alba. Tra le 867 persone totali attualmente a bordo, provenienti in gran parte dall’Africa Occidentale, ci sono 119 donne di cui sette in stato di gravidanza (una incinta di 9 mesi) e 8 bambini, tra cui 4 neonati di pochi mesi.

La maggior parte delle persone soccorso è in condizioni mediche stabili. In questo momento nella clinica a bordo c'è un paziente con una frattura della gamba, mentre un altro uomo ha rischiato l’annegamento ma è stato salvato.

“Abbiamo impiegato almeno 10 ore per mettere in salvo tutti. Per fortuna il mare calmo ha facilitato le operazioni” ha detto Michele Telaro, capo progetto di MSF a bordo della Bourbon Argos. “Siamo preoccupati dall'inverno in arrivo, perché ci aspettiamo soccorsi più difficili e le persone saranno ancora più a rischio di naufragi e problemi medici per le condizioni metereologiche avverse."

“Dopo un ottobre segnato da altri naufragi e vittime del mare, il 2016 è diventato l’anno più nefasto per le morti nel Mediterraneo con 4.200 morti registrate finora" ha dichiarato Tommaso Fabbri, capo missione di MSF in Italia. "Di fronte a questo nuovo vergognoso record, l’Unione Europea non può continuare a far finta di niente e farsi complice di questa tragedia sempre più imponente. Servono con urgenza vie legali e sicure che consentano a persone disperate di trovare sicurezza in Europa senza rischiare, o perdere, la propria vita.”

Nel solo 2016, le nostre équipe a bordo delle tre navi Dignity I, Bourbon Argos e Aquarius hanno soccorso 17.999 uomini, donne e bambini e ne hanno assistite altre 5.533 trasferite da altre navi verso l’Italia, per un totale di 23.532 persone assistite soltanto quest’anno.

Lascia un Commento

Condividi con un amico