Cara MSF ti scrivo… Un testamento

  • Italia

Cara MSF ti scrivo… Un testamento

  • Italia

Due lasciti a settimana: non conosce crisi la solidarietà testamentaria in favore della nostra organizzazione, che in occasione della Giornata internazionale dei lasciti solidali, il 13 settembre, rilancia la campagna “I miei eredi sono tantissimi” per aumentare la consapevolezza degli italiani sul lascito solidale a sostegno dei propri progetti medico-umanitari nei contesti di crisi in tutto il mondo.

Il lascito solidale non è solo una scelta a cui si pensa nella terza età o se si dispone di grandi patrimoni. Tra i donatori di MSF, infatti, è in forte crescita il suo utilizzo tra i quarantenni e cinquantenni. Sono le donne, più degli uomini, a mettere nero su bianco le loro ultime volontà in favore di MSF, in generale per la maggiore aspettativa di vita.

Quanto alla geografia della generosità, il 2017 ha visto in testa le città di Milano, Roma, Bologna e diverse province del nord ovest, mentre dalla Sicilia sono arrivate le donazioni più importanti dal punto di vista quantitativo.

Aiutare senza limiti di tempo

Esiste un solo aspetto che accomuna chi sceglie di sostenere MSF nel proprio testamento: la volontà di aiutare senza limiti di tempo. “Con un lascito a MSF potrò realizzare desideri che sfidano il tempo” racconta Ippolito, protagonista del video della campagna. “Con il mio lascito i valori e le idee nelle quali ho creduto tutta la mia vita potranno essere espresse ancora da altri” è la testimonianza di Franco.

Fare testamento è più facile di quanto si pensi. È sufficiente compilare un elenco dei propri beni mobili o immobili, pensare a una lista dei possibili destinatari e infine scrivere le proprie volontà. Un gesto semplice che può diventare molto concreto per migliaia di persone.

L’impatto dei lasciti sulla vita delle persone che assistiamo è straordinario. Ogni giorno i fondi ricevuti dai testamenti solidali ci permettono di portare il nostro aiuto medico-umanitario dove c’è più bisogno, che si tratti di una guerra, di un disastro naturale, o di assistere persone escluse dall’accesso alle cure mediche. Siamo un’organizzazione indipendente e siamo particolarmente grati a chi sceglie di sostenerci in uno dei momenti più delicati della propria vita”. Annalaura Anselmi Direttore Raccolta Fondi

Siamo un’organizzazione indipendente anche dal punto di vista economico e il 100% dei fondi raccolti in Italia deriva da donazioni private. In un lascito si può destinare a MSF una parte o l’intero proprio patrimonio a disposizione. Quanto alla tipologia di beni, si possono donare beni immobili come appartamenti, terreni e fabbricati; beni mobili come una somma di denaro, titoli, buoni postali, fondi di investimento, il proprio TFR, opere d’arte, gioielli o polizze assicurative.

Il testamento è sempre revocabile e qualunque sia il bene, ci impegnamo a garantire che ogni singolo gesto contribuirà a salvare la vita delle persone che ne avranno più bisogno nel mondo.

Lascia un Commento

Condividi con un amico