Emergenza in Nord Kivu pesanti combattimenti a Rutshuru Kiwanja e Kibati

  • Repubblica Democratica del Congo

Goma / Roma – Anche oggi sono continuati pesanti combattimenti a Rutshuru e nella vicina Kiwanja, dove la situazione rimane estremamente tesa. Migliaia di persone sono dovute fuggire per l’ennesima volta di fronte ai combattimenti. Un’equipe di MSF ha cercato di raggiungere Kiwanja ma ha dovuto fare marcia indietro a causa dei combattimenti.

“L’ospedale di MSF a Rutshuru è pieno di sfollati, e MSF ha messo in piedi delle tende per ospitarli”, dichiara la dottoressa italiana Claudia Lodesani, coordinatore medico di MSF nel Nord Kivu. “Negli ultimi due giorni le equipe mediche di MSF hanno curato 43 feriti di guerra, e altri stanno ancora giungendo”.

“A Rutshuru MSF è la sola organizzazione umanitaria presente”, continua la dottoressa Lodesani. “Tutte le organizzazioni continuano a concentrarsi solo su Goma, così Medici Senza Frontiere è spesso l’unica organizzazione a prestare assistenza alle centinaia di migliaia di sfollati e residenti nelle zone colpite dal conflitto nel resto del Nord Kivu

Oggi sono anche ripresi i combattimenti a Kibati, dove le equipe di MSF avevano avviato attività di cliniche mobili e fornivano acqua potabile e cure contro il colera. Molti abitanti di Kibati stanno fuggendo verso Goma.

Le equipe di MSF continuano a prendere in cura nuovi casi di colera in tutto il Nord Kivu. “A Goma, negli ultimi 3 giorni, le nostre equipe hanno preso in cura 43 nuovi casi di colera presso il centro Don Bosco“, dichiara la dottoressa Lodesani.

Nonostante il perdurare dell’insicurezza, MSF continua a lavorare nelle città e nei villaggi colpiti dai conflitti, come Rutshuru, Kayna, Masisi, Kitchanga e Mweso, oltre che a Goma e nei dintorni, con 52 operatori internazionali e oltre 700 operatori congolesi. In tutta la regione del Nord Kivu, MSF cura i feriti di guerra, le persone colpite dal colera e fornisce altre cure mediche, acqua potabile e generi di prima necessità alle persone sfollate e alla popolazione residente.

Lascia un Commento

Condividi con un amico