Emergenza nutrizionale in Niger.

  • Malnutrizione

Medici Senza Frontiere (MSF) lancia un nuovo appello per una rapida mobilitazione degli operatori umanitari. Sono urgenti distribuzioni di cibo mirate nelle aree colpite da malnutrizione grave.

Accertamenti sulla situazione nutrizionale nella regione di Zinder rivelano un peggioramento della situazione, e nulla fa pensare che le condizioni allarmanti miglioreranno nei prossimi mesi.

Ginevra/Zinder-Roma 13 settembre 2005 – Decine di migliaia di bambini in Niger necessitano tuttora di un’assistenza nutrizionale mirata, secondo quanto riferisce l’associazione internazionale umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF). Un accertamento sulla condizione nutrizionale e sul tasso di mortalità, condotto da MSF e dal centro di ricerca Epicentre nella regione di Zinder, lo scorso agosto, ha rilevato che un bambino su 5 soffre di malnutrizione grave.

Lo studio ha rivelato inoltre una situazione sempre più critica per i bambini al di sotto dei 30 mesi, con circa un bambino malnutrito su tre e il 5.6% di bambini gravemente malnutriti. Solo la scorsa settimana, i team medici di MSF hanno ammesso nei centri terapeutici circa 1000 bambini malnutriti, solamente a Zinder.

Dall’inizio della crisi a gennaio 2005, il tasso di mortalità in quest’area per i bambini di età inferiore ai 5 anni è stato di 4.1 morti su 10mila persone al giorno: vale a dire più del doppio del tasso che indica la soglia di emergenza. L’accertamento ha rilevato anche che il tasso di mortalità è cresciuto tra aprile e agosto 2005 raggiungendo i 5.3 morti su 10mila persone al giorno in quest’ultimo periodo. Circa il 90% delle famiglie inoltre ha detto di non avere più riserve di cibo.

"Per tutti i mesi passati, MSF ha denunciato l’emergenza in corso facendo appelli al pubblico generale e alla comunità internazionale e segnalando il rapido peggioramento della situazione nutrizionale in Niger e l’urgente bisogno della mobilitazione di tutte le persone e le istituzioni chiave – ha detto Christian Captier, Direttore Generale di MSF Svizzera che si trova attualmente a Zinder -. Questo è sicuramente il periodo maggiormente critico di questa emergenza nutrizionale, e ci rendiamo conto ogni giorno che passa che la risposta all’emergenza è lontana dal poter soddisfare i bisogni delle persone. Se i bambini che soffrono di malnutrizione non riceveranno al più presto una cura intensiva, questo disastro umanitario potrebbe diventare ancora più tragico".

Nonostante ci sia stato un aumento nelle distribuzioni di cibo nel paese, centinaia di bambini continuano a mostrare segni di malnutrizione grave. Pur essendoci stata nei mesi passati una crescente attenzione sulla situazione nutrizionale, inclusa una recente visita di Kofi Annan, i bisogni urgenti della gente non sono stati adeguatamente coperti.

Da gennaio 2005, MSF ha curato oltre 30.000 bambini malnutriti nei centri terapeutici nutrizionali a Maradi, Tahoua, Zinder, Diffa and Tilabéri e nelle loro periferie. I team medici stimano di dover curare oltre 40.000 bambini affetti da malnutrizione entro la fine dell’anno.

Lascia un Commento

Condividi con un amico