Nuova epidemia di febbre dengue minaccia i bambini

  • Epidemia
  • Honduras

Nuova epidemia di febbre dengue minaccia i bambini

  • Epidemia
  • Honduras

Dopo una prolungata stagione delle piogge, in Honduras si registra un forte incremento dei casi di febbre dengue, una malattia trasmessa dalle zanzare che si riproducono nelle acque stagnanti. Per aiutare a contenere l’epidemia, stiamo supportando il Mario Catarino Rivas Hospital di San Pedro Sula, la seconda città più grande del Paese.

Se non curata, la dengue grave può avere complicazioni potenzialmente letali ed è particolarmente pericolosa per i bambini. Da gennaio, a causa della malattia, sono morte 12 persone solo nel Mario Catarino Rivas Hospital. Nel Nord del Paese, 789 persone sono state trattate per dengue grave. L’81% di loro ha meno di 15 anni, il 94,5% proviene dal Cortes Department. 

Il 46% dei pazienti affetti da dengue grave arrivati al Mario Catarino Rivas Hospital quest’anno ha tra i 5 e i 14 anni . Se non ricevono cure adeguate e tempestive, questi pazienti rischiano di sviluppare complicazioni o addirittura di morire. Tania Marin Coordinatrice medica di MSF nell’area

Stiamo supportando il reparto pediatrico di dengue dell’ospedale, aperto specificamente per rispondere all’epidemia, mettendo a disposizione pediatri, infermieri, farmaci e attrezzature mediche per i pazienti colpiti da dengue grave. 

Poiché molti dei pazienti trattati vengono dall’area di Choloma, abbiamo anche iniziato a supportare la municipalità di Choloma e il Ministero della Salute dell’Honduras nelle attività di controllo delle zanzare, per contenere la diffusione dell’epidemia nell’area. 

La dengue si diffonde principalmente nelle aree urbane e semi-urbane delle regioni tropicali e subtropicali. La malattia è endemica in Honduras e ogni 4-5 anni si verifica una nuova epidemia.

Le epidemie precedenti hanno colpito nel 2015 l’area di Tegucigalpa, dove abbiamo supportato la risposta delle autorità sanitarie nell’Ospedale Universitario, e nel 2013 l’area di San Pedro Sula, dove abbiamo supportato lo stesso Mario Catarino Rivas Hospital. 

Condividi con un amico