Carola Buscemi

Carola Buscemi

Pediatra MSF

Covid-19 in Sierra Leone: la paura del virus può essere letale per i bambini

  • Epidemia Malaria
  • Sierra Leone
Carola Buscemi

Carola Buscemi

Pediatra MSF
Covid-19 in Sierra Leone: la paura del virus può essere letale per i bambini
  • Epidemia Malaria
  • Sierra Leone

In tutto il mondo, a causa del Covid-19, molte persone temono di recarsi nelle strutture sanitarie. Come pediatra di Medici Senza Frontiere in Sierra Leone, durante la stagione della malaria, sono preoccupata di ciò che questo può comportare per i bambini di un paese con un tasso incredibilmente alto di mortalità infantile: secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità si tratta di 105 bambini su mille.

Lavoro nell’ospedale di Hangha costruito da MSF proprio per fornire cure mediche di emergenza ai bambini sotto i 5 anni. Dall’apertura dell’ospedale avvenuta a marzo 2019 fino a maggio 2020, abbiamo effettuato oltre 7.900 visite al pronto soccorso, di cui oltre 3.300 a bambini affetti da malaria.

Le conseguenze indirette della pandemia si sono viste quasi da subito. Il primo caso di Covid-19 è stato confermato in Sierra Leone il 31 marzo. Il mese successivo, il numero di bambini sotto i 5 anni che frequentava il centro sanitario comunitario di MSF a Hangha ha subito una diminuzione del 36% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Da allora, ne arrivano sempre più in ospedale in condizioni già critiche.

Ricordo di un bambino che ha smesso di respirare all’ingresso del pronto soccorso. Era arrivato in ambulanza da un piccolo villaggio rurale a tre ore di distanza. Nonostante tutti i nostri tentativi di rianimazione è morto a causa della malaria cerebrale. Era arrivato troppo tardi. La madre mi ha raccontato che aveva la febbre già da tre giorni e poi è peggiorato; ha iniziato ad avere convulsioni e a perdere conoscenza. È stato straziante, ho provato dolore e rabbia: se il bambino fosse arrivato prima, l’avremmo potuto salvare

I nostri colleghi della promozione alla salute incontrano sempre più persone che raccontano di aver paura di andare nelle strutture sanitarie. Quando i figli sono malati, i genitori spesso aspettano troppo prima di portarli in ospedale: non poter aiutare tempestivamente i bambini fa sì che spesso non ci sia più niente da fare per loro.

La lotta alla malaria

I bambini sotto i 5 anni sono i più indifesi quando si parla di malaria: nel 2018 hanno rappresentato il 67% di tutti i decessi per malaria nel mondo. Febbre alta, vomito e diarrea sono i sintomi più comuni nei bambini, sebbene molti di essi presentino caratteristiche di malaria più grave come l’anemia, l’ipoglicemia e le convulsioni.

La pandemia Covid-19 è una tragedia globale, ma le conseguenze per i bambini potrebbero essere terribili se le risorse vengono detratte da quelle utilizzate nella prevenzione e nel trattamento della malaria. Qui in Sierra Leone, il governo sta distribuendo 4,2 milioni di zanzariere da letto, mentre MSF fornisce supporto logistico nei territori di Gorama Mende e Wandor. Tutti i paesi con un’elevata prevalenza di malaria dovrebbero impegnarsi in attività di prevenzione come questa per ridurre i casi di malaria e, quindi, ridurre la pressione sui sistemi sanitari.

Dottoressa MSF con un piccolo paziente nell'unità di terapia intensiva dell'ospedale di Hangha, distretto di Kenema

Nel nostro ospedale abbiamo avviato un progetto per raggiungere con le cliniche mobili i villaggi più lontani: se le strutture sanitarie sono sovraccariche o le persone hanno paura di visitarle, l’assistenza diretta nelle comunità consente di ricevere le cure senza affrontare un possibile lungo viaggio.

MSF offre anche donazioni di farmaci, formazione e altro supporto agli operatori sanitari comunitari che forniscono assistenza medica direttamente nei villaggi di Gorama Mende e Wandor, diagnosticando la malaria con l’utilizzo di test rapidi e curandola con i farmaci. In questo modo le persone possano guarire dalla malaria a casa e in pochi giorni.

Prevenzione, diagnosi tempestiva e trattamento efficace

Il controllo dei fattori di trasmissione, tramite la distribuzione di massa, la sensibilizzazione alla promozione della salute e l’accesso all’assistenza sanitaria, con una diagnosi tempestiva e un trattamento efficace della malaria, sono essenziali per evitare un aumento della mortalità, specialmente nelle popolazioni vulnerabili.

La pandemia di Covid-19 è una situazione senza precedenti per tutti gli attori sanitari, inclusa MSF. Tuttavia, nel combattere questa nuova malattia, non dobbiamo dimenticare tutte le altre condizioni che portano a tante perdite di vite umane. Da quello che sappiamo finora, le conseguenze dirette del Covid-19 si sono sentite principalmente negli adulti: grazie alla prevenzione e al trattamento della malaria possiamo almeno lasciare che i bambini siano risparmiati.

Condividi con un amico