In Guinea, dove il già fragile sistema sanitario è stato gravemente colpito dall’epidemia di Ebola nel 2014-2016, lavoriamo per migliorare l’accesso ai servizi medici, sviluppando modelli innovativi di assistenza.

Lavoriamo in collaborazione con il Ministero della Salute e nel 2017 abbiamo assistito quasi 11.000 persone sieropositive. Il progetto offre il test per l’HIV, le relative terapie e il monitoraggio, nonché attività di promozione della salute, in sei centri sanitari nella capitale, Conakry. Da dicembre 2016, supportiamo anche un’unità da 31 posti letto nell’ospedale di Donka, che fornisce assistenza specialistica ai pazienti affetti da HIV/AIDS.

Nel 2017, abbiamo avviato nuove attività a Kouroussa, nel nord-est della Guinea, dove la malaria è iperendemica e la principale causa di mortalità. Il progetto mira a sviluppare modelli di assistenza a livello comunitario rivolti ai bambini sotto i cinque anni che possano essere adattati a questa zona rurale. Attualmente supportiamo l’ospedale prefettizio e cinque centri sanitari. La nostra équipe sta migliorando l’accesso all’assistenza sanitaria formando e supportando i fornitori di servizi sanitari comunitari per diagnosticare e trattare forme semplici di malattie e patologie come la malaria, la diarrea e la malnutrizione, e identificare i casi che necessitano di ricovero per ricevere le cure adeguate.

Il nostro progetto in Guinea mantiene sempre alto il livello di allerta e la piena capacità di risposta alle emergenze come epidemie e disastri naturali. Nel mese di marzo 2017, abbiamo lavorato con il Ministero della Salute per organizzare la risposta a un’epidemia di morbillo nei cinque località di Conakry, vaccinando più di 650.000 bambini di età compresa tra sei mesi e 10 anni di età.

  • 1984 anno del primo intervento di MSF nel Paese
  • 7.9 mila pazienti trattati contro la malaria
  • 10.9 mila persone sieropositive hanno ricevuto assistenza medica

Le nostre principali attività in Guinea

  • Ebola

    La malattia del virus Ebola è una febbre emorragica molto grave e spesso fatale nell’uomo. Tra i cinque diversi sottotipi del virus: Zaire, Sudan, Ivory Coast, Bundibugyo e Reston, solo i primi quattro sono patogeni per l’uomo e negli anni hanno provocato epidemie.

    Scopri di più
  • HIV/AIDS

    Dall’inizio dell’epidemia nel 1981, si calcola che l’HIV abbia causato nel mondo oltre 35 milioni di decessi e che circa 70 milioni siano state le persone contagiate.

    Scopri di più

Condividi con un amico