In Iran, gestiamo programmi per assistere tossicodipendenti, prostitute, rifugiati, senzatetto e altri gruppi vulnerabili che devono affrontare ostacoli per l’accesso all’assistenza sanitaria.

La tossicodipendenza è un particolare problema di salute pubblica in Iran, e il numero di tossicodipendenti è raddoppiato negli ultimi sei anni a quasi tre milioni (il 3,5% della popolazione). In Iran i tossicodipendenti e altri gruppi vulnerabili, come prostitute, senzatetto e la minoranza etnica Ghorbati, subiscono emarginazione ed esclusione, il che limita il loro accesso alle cure mediche. Nel 2018, questa situazione è ulteriormente peggiorata a causa di una crisi finanziaria che ha paralizzato il sistema sanitario.

Le nostre équipe hanno lavorato nel sud di Teheran per tutto l’anno, offrendo cure per una serie di malattie trasmissibili alle quali le comunità emarginate sono particolarmente esposte, tra cui l’Epatite B e C, l’HIV, la tubercolosi (TB) e la sifilide. Abbiamo riscontrato un forte aumento (l’82% rispetto al 2017) nel numero di pazienti sotto trattamento per l’Epatite C.

Abbiamo inoltre fornito servizi in materia di salute sessuale e riproduttiva, comprendenti ginecologia e ostetricia, assistenza pre e postnatale e sedute per le vittime di violenza sessuale, nonché supporto psicologico e consulenze di salute mentale. Nella capitale è stata allestita una clinica mobile appositamente per le donne.

Inoltre, abbiamo aperto un nuovo programma per i rifugiati e la comunità locale a Mashhad, vicino al confine afgano, dove vive un numero significativo di circa due milioni di afgani. Le nostre équipe offrono una gamma di servizi simile a quella nel sud di Teheran: attraverso cliniche fisse e mobili, trattiamo l’Epatite C e gestiamo un sistema di trasferimento per i pazienti che necessitano di trattamento per l’HIV e/o la tubercolosi.

  • 1990 anno del primo intervento di MSF nel Paese
  • 29.9 mila visite ambulatoriali
  • 3.7 mila sessioni di supporto psicologico

Le nostre principali attività in Iran

  • HIV/AIDS

    Dall’inizio dell’epidemia nel 1981, si calcola che l’HIV abbia causato nel mondo oltre 35 milioni di decessi e che circa 70 milioni siano state le persone contagiate.

    Scopri di più
  • Salute mentale

    Con l’espressione salute mentale si fa riferimento a uno stato di benessere emotivo e psicologico nel quale l’individuo è in grado di sfruttare le sue capacità cognitive o emozionali, esercitare la propria funzione all’interno della società, rispondere alle esigenze quotidiane della vita di ogni giorno.

    Scopri di più
  • Tubercolosi

    La Tubercolosi è una delle principali cause di mortalità per malattie infettive a livello globale. Un terzo della popolazione mondiale ospita il bacillo della tubercolosi (Tb) allo stato di latenza.

    Scopri di più

Condividi con un amico