Nonostante la diminuzione del numero di nuove infezioni e morti per HIV e tubercolosi (TB) a Eswatini (ex Swaziland), rimane difficile tenere sotto controllo la trasmissione.

Un terzo degli adulti a Eswatini è sieropositivo, il che aumenta anche la vulnerabilità alla tubercolosi e ad altre infezioni.

In questo contesto, nel 2018 abbiamo continuato a collaborare con il Ministero della Salute per la prevenzione e la cura nella regione di Shiselweni, mentre abbiamo trasferito alcune attività a lungo termine al ministero e alle organizzazioni partner, come il nostro progetto nella regione di Manzini, iniziato come intervento di emergenza nel 2010.

La nostra attenzione a Eswatini si basa su modelli di assistenza all’interno delle comunità e centrati sul paziente e sulla cosiddetta strategia di “test and start”, che prevede l’inizio del trattamento antiretrovirale (ARV) al momento della diagnosi, indipendentemente dai criteri clinici.

Svolgiamo test all’interno delle comunità per l’HIV e la tubercolosi, test orali autodiagnostici dell’HIV per gruppi difficili da raggiungere, come le prostitute e gli uomini omosessuali, e profilassi pre-esposizione (PrEP) per le persone a maggior rischio di infezione da HIV. Nel 2018, un totale di 5.296 persone ha usufruito del test di autodiagnosi per l’HIV e 468 hanno iniziato la PrEP.

Le nostre équipe forniscono assistenza specializzata e integrata alle persone affette da HIV, compresa la terapia ARV di seconda e terza linea per coloro su cui il precedente trattamento non ha funzionato, ed esami di routine per altre malattie, come il cancro al collo dell’utero, la TBC farmaco-resistente e la meningite criptococcica, che si manifestano comunemente nelle persone colpite da HIV.

Nel 2018, 1.610 donne sono state sottoposte a screening per cancro al collo dell’utero, di cui l’8% è risultato positivo. Di queste, il 67% è stato curato. Abbiamo inoltre fornito un trattamento profilattico per la meningite da criptococco a 26 pazienti.

  • 2007 anno del primo intervento di MSF nel Paese
  • 580 pazienti hanno iniziato il trattamento contro la TB
  • 6.8 mila persone hanno iniziato il trattamento antiretrovirale

Le nostr principali attività in Swaziland

  • HIV/AIDS

    Dall’inizio dell’epidemia nel 1981, si calcola che l’HIV abbia causato nel mondo oltre 35 milioni di decessi e che circa 70 milioni siano state le persone contagiate.

    Scopri di più
  • Tubercolosi

    La Tubercolosi è una delle principali cause di mortalità per malattie infettive a livello globale. Un terzo della popolazione mondiale ospita il bacillo della tubercolosi (Tb) allo stato di latenza.

    Scopri di più

Condividi con un amico